feb 05

Cogito Ergo sum

Cogito Ergo Sum ovvero, cosa spinge una persona a scrivere? Che cos’è un blog? A volte mi viene chiesto perchè scrivo in un sito, perchè spendo il mio tempo in internet a battere meccanicamente come un drogato i tasti sul mio portatile. A mio giudizio internet è una delle più importanti invenzioni dell’uomo perchè permette di essere liberi, nel bene e nel male rende il nostro mondo piccolo come una palla da basket, la maggior parte delle persone che conosco e che usa internet non ne sfrutta nemmeno il 10% del potenziale e non si rende conto di che mezzo ha a disposizione. In rete abbiamo accesso a praticamente tutto lo scibile umano, possiamo contattare un mucchio di persone in ogni angolo del globo, parlare di qualsiasi argomento senza pregiudizi, senza discriminazioni di razza o religione.

Troppo spesso sento dire che Internet uccide la vita sociale, mi spiace che la grande rete, la madre di tutte le reti sia tirata in causa tutte le volte che c’è qualcosa che non và. I mass media usano collegare internet alla pedofilia o al terrorismo come se eliminando la rete si chiudesse il vaso di Pandora. Mi dispiace contraddirli, ma non è così, avrei mai potuto scrivere liberamente senza internet? Avrei mai potuto conoscere così tante persone senza internet? Anche se non ho lo stesso numero di visitatori, ho la stessa importanza del sito della NASA e posso dire quello che voglio, posso esprimere ogni mio pensiero senza dover sbattere il muso contro l’indifferenza. Internet è libertà, internet è conoscenza perchè solo nella conoscenza vi è la libertà.

feb 04

Buongiorno a tutti

Mi giungono notizie che in Italia il tempo è bello, qui invece è tutto meno che bello. Il giorno del mio rientro si avvicina a malincuore, tra circa due settimane prenderò il volo per Copenaghen e poi per Milano, mi dispiace, ma è inevitabile, devo tornare a casa. Il tempo passa e le cose cambiano, sono venuto qui aspettandomi nulla e me ne vado lasciano qualcosa, ma questo mi rattrista fino ad un certo punto perchè sò che posso tornare e mi rendo conto di essere fortunato di vivere in questa era moderna di computer superpotenti dove le distanze si accorciano, dove posso svegliarmi in Lituania e addormentarmi in Italia.

La vita di Klaipeda mi mancherà molto soprattutto perchè sotto certi aspetti si avvicina moltissimo al mio carattere. Klaipeda è una città molto molto tranquilla e alle volte persino noiosa. Adesso che è inverno il freddo limita molto la vita mondana, ma penso che d’estate questa ridente cittadina abbia molto da offrire, in fin dei conti si trova vicino al mare e di conseguenza il clima e più che godibile rispetto all’entroterra.
Non ho mai accennato all’isola di Neringa dove si possono godere degli spettacoli naturali incredibili, vi consiglio di guardare le foto del link e spero di potermici recare presto per pubblicare delle foto personali.

Stasera uscirò per locali in compagnia di amici, poco fà ho accompagnato Milady alla fermata del bus e mi sembrava di essere nudo, un manto di freddo mi penetrava nelle ossa. Come al solito il clima è il più grande amico del mio ozio. Il freddo, la neve e la pioggia mi tolgono qualsiasi voglia di uscire, se poi ci aggiungiamo che ho internet in casa… :-)