25

La scorsa settimana sono venuti a trovarci mia zia e mia madre. Siamo stati bene anche se ha fatto freddo e non sono riuscito a far vedere molto di Klaipeda. Le poche volte che siamo usciti, mia madre è congelata e mia figlia si è ammalata quindi abbiamo passato gran parte del tempo in casa.
...continua a leggere Una settimana piacevole con i parenti in visita dall’Italia

22

La risposta alla domanda varia molto dall'interlocutore. Se andiamo da Bossi e gli chiediamo se un senegalese in Italia può lamentarsi dell'Italia, la risposta è scontata: "Che se ne torni al suo paese se non gli va bene!"

Mi sono ritrovato varie volte a lamentarmi dell'Italia o della Lituania in svariate occasioni della mia vita. Se lo scrivo sul blog o su un forum la maggior parte delle volte vengo attaccato come se io fossi il senegalese davanti a Bossi. Non ti piace l'Italia?! Vattene. Non ti piace la Lituania!? Tornatene a casa! Che senso ha una risposta del genere? Se una persona ha scelto di vivere in un posto nel mondo, farci crescere la famiglia, lavorarci, pagare le tasse e così facendo contribuire alla crescita del paese che lo ospita, non ha anche lui il diritto di lamentarsi se c'è qualcosa che non gli piace?
...continua a leggere Può lo straniero lamentarsi del paese che lo ospita? Certo che può! Anzi, deve!

1

Il 27 Ottobre 2010 sono apparso sulla stampa di Cuneo con un bell'articolo di mezza pagina comprensiva di foto e scopiazzatura del mio articolo sul problema del cognome. Il motivo della mia apparizione è la rubrica "Cuneesi nel mondo", il giornalista che la cura, mi ha contattato grazie alla segnalazione di un mio amico che vive a Zurigo. Il giornalista mi ha intervistato al telefono in una chiacchierata di 15 minuti ed è rimasto colpito del fatto che lavoro con l'Italia dalla Lituania.

Mi è piaciuta l'osservazione "Lui, italiano con nome straniero, e lei, lituana con nome italiano." e mi sono fatto una risata quando ho letto "Mi adatto alle loro abitudini: l’in- verno scorso giocavamo a calcetto all’aperto con 30 gradi sottozero" che è stato scritto più che altro per fare sensazionalismo dato che ho ben sottolineato che l'ultimo inverno abbiamo toccato i -30 di notte, ma siamo arrivati senza problemi ai -20 di giorno. Basta chiacchiere! Leggiti l'articolo in pdf (624kb) o direttamente nel browser (135kb).